Menu

Tosi mi no digo niente…

Nella vita ci sono momenti tragici ed altri ancora peggio, tristi… Hmmm, no, questo e` un altro spettacolo. Nella vita, dicevo, a me capita di notare che alcuni eventi ti si incollano addosso come api sul miele. Ti cercano, insomma. Ti fiutano e ti braccano.

A me capita di incontrare meccanici che da come si comportano sembrano fare uso smodato di sbalorditivi della più varia natura.

Chi mi conosce mi avrà certo sentito raccontare almeno un milione di volte della scenetta dal gommista, da cui ero andato per cambiare le gomme, che ha voluto vederle ed ha commentato: “Eh, ma queste gomme son da cambiare!”. Tralasciamo.

Orbene, quest’anno è il turno dell’officina a cui ho dovuto portare la macchina per il collaudo delle bombole del metano. Vado a dicembre, ampiamente in ritardo, ed ovviamente mi ridono in faccia. Prendo appuntamento per gennaio, con calma che ho degli spettacoli in mezzo e non posso restare senza macchina per i due giorni che me la tengono in officina.

Il 17 gennaio, bel bello e fiducioso, in mezzo ad una tormenta di neve, arrivo in officina. Vado dalla simpatica sgnaura che domina l’ufficio e…

IO – Buongiorno
SGNAURA – Buongiorno. Di che ha bisogno?
I – Ehm… Io… Ho appuntamento oggi per la revisione delle bombole.
S – AH.

Detto questo si mette a frugare sulla scrivania e da un cassetto estrae la mia pratica (per la quale aveva già fotocopiato il libretto, mi aveva fatto firmare l’incarico, ecc…).

S – Ecco qui. XXX sa già tutto? (XXX è il titolare dell’officina)
I – Beh, dovrebbe. Ha guardato le bombole quando abbiam preso appuntamento…
S – Lo chiamo.

Segue telefonata concitata, dalla quale capisco che i tempi sono un pò stretti. Naturalmente io due giorni dopo ho bisogno della macchina. Facendo finta che non sia successo nulla, nemmeno la levataccia e la strada sotto la neve, riprendo appuntamento per qualche giorno dopo. Il 23.

I – Buongiorno
S – Buongiorno. Di che ha bisogno?
I – Si ricorda? Ero qui settimana scorsa per la revisione delle bombole e…
S – Parli con XXX (che è sempre il titolare dell’officina)

Dopo 15 minuti buoni passati ad inseguire XXX per l’officina, riesco a parlargli.

I – Salve. Son qui per il collaudo e…
XXX – Ah bene. Le chiavi son nel cruscotto?
I – Si`.
X – Bene. Ci vediamo domani sera.

E già lì non ho capito bene di cosa dovessimo parlare io ed XXX di così importante, ma è ovvio che sono io che non capisco. Fiducioso, mi avvio verso la fermata dell’autobus. Son lì che aspetto quando squilla il telefono.

S – Salve, è l’officina XXX. (sì, lo stesso XXX)
I – Salve. Problemi?
S – Non riescono a trovare il foglio coi dati delle bombole.
I – Non c’è nessun foglio. C’è un cartellino bianco e verde, attaccato al polmone per il rifornimento.
S – Ah. Non lo trovano.
I – E` sotto il cofano anteriore, non dovrebbe…
S – Le passo un tecnico.
I – …

Passano alcune decine di secondi. Intanto io comincio a vedere immagini della mia auto in fiamme, circondata da tecnici in gonnellino di palma.

TECNICO – Pronto? Chi è?
I – …
T – Pronto?
I – Ehm… Sì. Salve sono il proprietario dell’auto che ho portato da voi qualche decina di minuti fa per il collaudo delle bombole e…
T – Ok. Di che ha bisogno?
I – … Ehm … Mi avete chiamato perchè non riuscite a trovare il cartellino delle bombole.
T – Ah. Aspetti che chiedo.

Passano alcuni secondi. Alcuni lunghissimi secondi.

T – Ci scusi, c’è stato un errore. Arrivederci.
I – Arrivederci.

Ora la macchina è di nuovo nelle mie mani, ed incredibilmente funziona. Ma il metano fa quest’effetto? Comincio a preoccuparmi…

4 Replies to “Tosi mi no digo niente…”

  1. …en passant:


    WordPress database error: [Table ‘wordpress.wp_exhibit’ doesn’t exist]
    SELECT ID FROM wp_exhibit WHERE post_ID = 17 and preview = 1 ORDER BY picorder;

    Questo lo dice selezionando questa entry. Bel prodottino, questo wordpress. :)))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *